Il tradimento della volatile

Puzza vinoTorniamo ancora una volta sull’argomento dei vini cosiddetti naturali non per dargli addosso (ce ne sono di veramente buoni) ma neanche per osannarli: quell’aggettivo, che denota vini le cui uve sono coltivate secondo i dettami dell’agricoltura biologica o  biodinamica e le cui tecniche di cantina limitano al massimo l’intervento di pratiche enologiche “forti”, non è necessariamente sinonimo di “qualitativamente buono”. Come sempre, ci limitiamo a scrivere di alcune cose che abbiamo notato nel corso di svariate degustazioni. Continua a leggere

Vino bio, purché sia buono

VinobioSempre più spesso, ormai, si sente parlare di vino biologico o “naturale” (come dicono alcuni, come se i vini prodotti in agricoltura convenzionale fossero innaturali). Su molte retro-etichette si leggono le varie possibili definizioni utili, dalle vere certificazioni “prodotto biologico” alle dichiarazioni dei produttori “vino da agricoltura biologica/biodinamica” o, come dicevamo prima, “vino naturale” o “prodotto da agricoltura sostenibile” e infinite altre definizioni simili. Segno che il bio “tira”.

Continua a leggere