Anguria o cocomero per me pari sono

CocomeroI nostri nonni dicevano che con il cocomero/anguria “mangi, bevi e ti lavi la faccia”. Non avevano assolutamente torto, considerando l’altissimo contenuto d’acqua (93%) che lo rende il frutto con la maggiore capacità dissentante, al punto che nei paesi di origine (Africa), è considerato il frutto della sopravvivenza (fonte idrica innanzitutto, ma anche zuccherina e salina), visto che cresce e resiste benissimo anche nei climi aridi e desertici.

Continua a leggere

Annunci

Il miracolo del tè verde

te verdeIn queste giornate così calde, la tentazione di una bevanda fredda si fa forte. Approfittiamone per gustare un tè verde: freddo o, meglio ancora, tiepido è una bevanda dissetante e, soprattutto, amica della nostra salute, una sorta di medicina naturale, come ben sanno i popoli orientali che ne fanno consumo da 5mila anni.

Continua a leggere

Mangiamo troppo e male

fernando_botero_081_adamo_ed_eva_1998

Fernando Botero, Adamo ed Eva (1998)

Da parte di molti di noi è quasi diventato un vezzo dire “mi devo mettere a dieta”. La maggior parte di noi è consapevole del fatto di mangiare più di quello che consuma, ma alla fine non sembra un grosso problema. Si parla di maniglie dell’amore, dell’età che avanza, della mancanza di tempo da dedicare allo sport e si riparte col mantra “dovrei mettermi a dieta”.

Ebbene, è ora che la questione si inquadri dal lato giusto. Non si tratta di un vezzo, ma di un serio problema legato al nostro stile di vita e al regime alimentare. I dati ci vengono forniti da un recente studio dell’Imperial College di Londra, pubblicato nel numero di aprile dalla rivista The Lancet, che ha coinvolto l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e oltre 700 ricercatori nel mondo. Continua a leggere

Mozzarella: se di bufala campana è Dop

mozzarellaSappiamo tutti quanto sia appetitoso e fresco un bel piatto di “caprese”, fette di mozzarella di bufala alternate a fette di pomodoro, foglie di basilico e un filo di olio extravergine di oliva. Un piatto da re, soprattutto se la mozzarella è garantita dal marchio Dop, cioè a denominazione di origine protetta. Continua a leggere

Zafferano, il giallo che fa bene

ZafferanoSarà che il suo colore mette allegria, sarà che il gusto è familiare pur avendo qualcosa di esotico, fatto sta che lo zafferano piace, “creando” quel giallo-oro acceso che ravviva i piatti e fa festa.

Del resto, sembra che le prime ricette con lo zafferano (la più famosa delle quali è il risotto alla milanese) siano state inventate alla mensa viscontea per ricordare – anche nei piatti che venivano portati a tavola – la ricchezza della corte. E non a caso il più grande dei cuochi italiani degli ultimi decenni, Gualtiero Marchesi, portò alla sublimazione questo concetto mettendo una lamina d’oro (commestibile) al centro del suo risotto allo zafferano: oro al quadrato.

Continua a leggere