È nato WineFi24

HP-portale-WineFiChi mi segue su questo blog potrebbe essersi chiesto il perché di questo prolungato silenzio, di questa latitanza. È presto detto. Negli ultimi mesi oltre che su DoctorWine come caporedattore, ho profuso il mio impegno in un altro progetto, che riguarda il turismo enogastronomico. Con un gruppo di amici abbiamo creato e lanciato WineFi24.

Clicca, viaggia, conosci, degusta: sono le parole d’ordine attorno alle quali è nato WineFi24, un progetto innovativo pensato per l’enoturista, che si occupa di diffusione della cultura e della produzione enogastronomica italiana indispensabile per chi ama viaggiare con consapevolezza. Un portale che permette agli utenti di conoscere le diverse aziende presenti attivamente sul territorio e le caratteristiche dei territori in cui i prodotti eno-gastronomici nascono e affondano le loro radici; non solo radici biologiche, ma anche storiche e culturali.

Accanto al portale è stata sviluppata un’App interattiva (per Android e iOS) che geolocalizza l’utente e gli mostra le aziende che si trovano nei suoi paraggi, in un raggio di azione a sua scelta, nonché i prodotti e i servizi che queste aziende offrono ai loro ospiti, dalla visita in cantina alla vendita diretta, dalla degustazione guidata alle serate a tema, dalla ristorazione a una vera struttura ricettiva. Così l’utente può entrare in contatto con le migliori strutture del territorio in tempo reale, con un semplice clic.

Per un’esperienza a 360° WineFi24 offre anche un negozio on line, che permette di ordinare comodamente da casa quanto di buono degustato durante il proprio viaggio. E se il viaggio lo si è fatto solo con gli occhi… ragione in più per farsi arrivare direttamente a casa i prodotti su cui si è fantasticato.

Cover-App-WineFiPagina-interna-App-WineFi.png

Insomma un progetto ampio e in continua crescita, che ha l’obiettivo di offrire a tutti uno strumento semplice e intuitivo per permettere di conoscere meglio prodotti e territori, organizzare viaggi enoturistici e comprare vini e prodotti tipici del territorio comodamente da casa, avendo a disposizione le più importanti informazioni sul mondo del vino e della gastronomia italiani.

In sintesi WineFi24 mette a disposizione:

Per il Produttore:
 Uno spazio vetrina all’interno del quale presentare la sua azienda, i suoi vini e tutti i prodotti e servizi offerti;
 Un e-shop all’interno del quale vendere i suoi vini senza vincoli di prezzo;
 La possibilità di reclamizzare tutti gli eventi e le novità proposte attraverso spazi pubblicitari dedicati.

Per l’Appassionato:
 La possibilità di trovare le aziende in base alla propria posizione;
 La capacità di visualizzare tutte le caratteristiche e le offerte delle cantine;
 L’opportunità di pianificare un viaggio completo di tour eno-gastronomici e visite in cantina;
 Il vantaggio di acquistare i vini degustati comodamente da casa.

Sono personalmente garante della qualità di tutte le specifiche a disposizione. Spero che, almeno per curiosità, vi scarichiate la App e mi facciate sapere cosa ne pensate.

Annunci

Il Galateo di Monsignor della Casa: la marcia in più della buona educazione

Ho letto questo articolo qui su WordPress e ho trovato che dicesse cose essenziali nella loro semplicità. Eccolo quindi condiviso anche per voi e buona lettura!

PS. Grazie a Pane e focolare.

Il Galateo di Monsignor della Casa: la marcia in più della buona educazione
— Leggi su paneefocolare.com/2018/07/12/il-galateo-di-monsignor-della-casa-la-marcia-in-piu-della-buona-educazione/

Sicilia en Primeur 2018 parte in quarta

La manifestazione Sicilia en Primeur è una delle più belle del panorama italiano di settore, complici diversi fattori: in primo luogo la qualità del vino siciliano in costante crescita, poi la bellezza e varietà del territorio viticolo che ti portano a visitare per i primi tre giorni, quindi il meraviglioso spirito di accoglienza dei siciliani e, non ultimi, la perfetta organizzazione curata da Sopexa Italia e l’impeccabile logistica di JustSicily.

Questa edizione 2018 ha superato se stessa fin dalle prime ore. Infatti se si voleva trovare una nota negativa, la si doveva cercare nella prima giornata, quando i diversi orari di arrivo della stampa accreditata costringevano i primi (tra cui la sottoscritta) a lunghe attese, sebbene in un bell’albergo.

Quest’anno, per riempire l’attesa, l’organizzazione ha sfoderato una bellissima idea: un cooking show delle Signore della Cucina Menfitana, un’associazione di mamme e nonne che rappresentano la comunità tradizionale del territorio di Menfi e si sono date il compito di tramandare i piatti della cucina territoriale. Ci hanno stupito con la loro semplicità e la perfetta manualità figlia di gesti antichi.

Ci hanno proposto tre piatti: i maccaruna, pasta fatta a mano con farina biologica tipo Perciasacchi, un grano molto antico milito a pietra, il tutto condito con olio extravergine e vastedda del Belice, un formaggio di pecora a pasta morbida.

Le-Signore-della-Cucina-menfitana

Quindi l’ovu ‘ncannulato, un dolce povero fatto con una sorta di frittatine sottilissime, ripiene di ricotta condita con zucchera, limone grattugiato e cannella, e arrotolate: in pratica le antenate dei cannoli.

Per finire i pizziati, dolci di pasta frolla fatta con farina biologica, zucchero, uova e olio extravergine, farciti con un impasto di marmellata di fichi, mandorle tostate, miele e scorza d’arancia.

Se il buongiorno si vede dal mattino… Grande #SiciliaEP18!

 

Paese che vai…

cultureTempo fa mi è capitato sotto mano un lungo articolo dal titolo Apprendre a comprendre la France et les Français! di Valerie Pierron e ho trovato sistematizzate una serie di cose che ho sempre pensato in ordine sparso e che è utile vedere elencate.

Continua a leggere

Perché Halloween quando abbiamo Carnevale?

Halloween-vs-carnevalePosso dirlo? a me la festa di Halloween non piace. Sarà l’età, ma mi sembra la defenestrazione di una festa che ho sempre amato, il Carnevale. Il Carnevale è nostro, una festa antica, che affonda le sue radici nelle Dionisiache greche e nei Saturnali romani, feste create per inserire in un contesto “legalizzato” il sovvertimento dell’ordine costituito. A voler fare i pignoli, sono feste condivise anche con le altre popolazioni indoeuropee, quindi antiche di millenni. Feste che ricordavano il Caos primordiale e la successiva nascita dell’ordine cosmico. Continua a leggere

Dal Salento ecco il caffè al latte di mandorla 

salento-puglia-caffè-latte-di-mandorleVorrei ringraziare Ilaria Donati (che non conosco personalmente) per questo ottimo quanto semplice suggerimento per un caffè “estivo” un po’ diverso dal solito.

Certo, bisogna essere un amante del latte di mandorla, ma per chi ama quel gusto il connubio è veramente buono.

Continua a leggere