Degustare o bere?

Emoticon of a drunkard illustrationL’altro giorno ero partita da un articolo di Angelo Peretti (qui il mio articolo e il suo) per parlare dell’importanza delle sensazioni olfattive, da non sottovalutare mai. Quest’oggi mi sono imbattuta in un articolo di un altro collega, Fabio Pracchia, che su Slow Wine propone una teoria alquanto singolare: La teoria del butta dentro. Pracchia insiste sul fatto che “la forma del vino contemporaneo richiede una nuova dimensione dell’assaggio: diventa fondamentale, nella percezione della qualità essenziale del vino, unire la finezza espressiva del sapore e l’inerzia vertiginosa verso la gola e poi lo stomaco”.

In  pratica dice quanto sia “importante nella valutazione del vino l’attitudine a bere, tale da aggiungere concretezza a un approccio da tempo radicato nell’estetica fine a se stessa. In materia di naturalezza espressiva buttare dentro è fondamentale”. Al di là delle belle parole, il concetto è di una semplicità sconcertante: il vino va bevuto. Il problema, però, è che Pracchia non dice, appunto, per godere davvero di un vino bisogna berlo, ma parla di degustazione. Dice infatti in un altro passo “la tecnica di degustazione che abbiamo ereditato dalla gloriosa scuola enologica del passato limita l’esperienza al confine tra il dentro e il fuori del nostro corpo, senza valicarlo”. Quindi sta parlando di tecnica di degustazione, il che rende quindi assurde le sue parole.

Per quanto possa far storcere il naso a chi non è un degustatore, non è possibile mandare giù il vino quando si fanno degli assaggi, altrimenti si finirebbe ubriachi rapidamente o comunque le proprie facoltà di giudizio sarebbero totalmente offuscate al punto che il decimo vino degustato avrebbe un tipo di valutazione completamente diversa dal primo: anche se fosse lo stesso vino assaggiato una seconda volta, non si riuscirebbe a dare lo stesso giudizio se non in maniera casuale. Perché? Semplicemente perché lo si è deglutito. E bicchiere dopo bicchiere, assaggio dopo assaggio, vino dopo vino le percezioni cambierebbero.

Che senso ha allora l’appello di Pracchia? Il suo decantare le virtù della bevuta, del “buttare dentro” un vino? Che relazione ci può mai essere con la degustazione? Chiunque assaggi (e dia giudizi) per lavoro – come fa Pracchia – dovrebbe sapere che degustare decine e decine di vini ha poco a che fare con il fatto di berli. È proprio non bevendoli che si possono giudicare con lucidità, applicando dei metodi che vanno studiati e che prevedono fasi diverse della degustazione, tali da poter capire e quindi giudicare il contenuto di quel determinato bicchiere. Ben altro è la bevuta tra amici, che non richiede competenze, non richiede studi, ma anzi prevede – quella sì – la voglia di buttare giù il contenuto del bicchiere senza farsi troppe domande.

 

 

 

11 thoughts on “Degustare o bere?

  1. Pingback: Problemi, c'è chi li tampona e chi li risolve - Diario Di Un Commerciale

  2. Pingback: Problemi, c’è chi li tampona e chi li risolve – Diario di un Commerciale

  3. Concordo con te, “buttare dentro” e’ un non-senso. O, meglio, potrebbe avere un senso se il “buttare dentro” avesse solo la finalita’ di “tirare fuori”. Tirare fuori tutto quello che la pratica della degustazione ha promesso e che, comunque, va verificato. La degustazione è un approccio, spesso un corteggiamento, talvolta un preliminare. Vano, se poi non si passa dal degustare al bere.

    "Mi piace"

  4. Mah, alcuni si stanno superando, e di brutto. Ricordo che l’armonia nel vino è quella valutazione, sensazione, che differenzia un prodotto da un altro. E nell’armonia deve esistere concordanza gusto/olfattiva. Non facciamo cadere nella mediocrità anche questo mondo, cominciando a lasciare che spararino pareri contro cio’ che difendiamo e divulghiamo!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.